Mostra Parco Circeo 2019

Aggiornamento: 30 lug 2021

Si è conclusa domenica una settimana davvero intensa: in questi sette giorni, partendo dal lunedì di pasquetta, è rimasta aperta al pubblico la Mostra Parco Circeo, organizzata da Stefano Piasentin (seguitelo su Instagram e Facebook), a cui ho partecipato con piacere. Giunto alla terza edizione, questo piccolo evento che si svolge presso l'aula didattica nella sede del Parco Nazionale del Circeo, ha sempre avuto come fulcro principale la meteorologia e la didattica ad essa legata, passione che Stefano coltiva da tempo, girando anche gli USA per documentare alcuni degli eventi meteorologici più affascinanti.

Ecco, adesso vorrei fare un piccolo passo indietro nel raccontarvi questa piccola avventura: inizialmente Stefano mi ha contattato chiedendomi di partecipare alla mostra con del materiale fotografico del parco; non vi nascondo la mia iniziale titubanza, legata soprattutto alla volontà di non presentare qualcosa di scontato e banale, e nella fotografia paesaggistica vi assicuro che è difficile non cadere in qualcosa di visto e rivisto. Dopo qualche ragionamento ho pensato di presentare sì un lavoro sul parco, ma esclusivamente aereo: la fotografia aerea mi affascina, permette di portare il racconto su un piano spesso inedito, giocando con geometrie e texture, potendo regalare a luoghi che ben conosciamo una nuova veste; il problema era tutto legato alla qualità fotografica, poteva il "sensorino" del mio drone tenere il passo di fotografie e video girati con attrezzatura assai superiore? Forte del mio credo, "la fotocamera è solo uno strumento", ho selezionato le mie fotografie, non con il solo metro della mera bellezza, ma con quello del racconto e della coerenza, cercando di rappresentare con lo stesso riconoscibile stile, il variegato ambiente che caratterizza il Parco Nazionale del Circeo (all'interno del territorio del parco si possono trovare ambienti molto diversi tra loro: duna, foresta planiziale, promontorio, zone umide...)

Alla fine le cinque stampe fotografiche nadirali, con l'asse ottico verticale, erano sotto i miei occhi, con una qualità che non aveva nulla da invidiare ad altri apparecchi. Ovviamente le mie fotografie non erano sole, ma sono state accompagnate da quelle di Stefano, dedicate agli eventi atmosferici estremi statunitensi, e quelle di Marco Di Crescenzo (Instagram) che ha presentato una serie di scatti paesaggistici dedicati al territorio del Parco Nazionale del Circeo.

Il "team" al completo dietro l'organizzazione della mostra.
Da sinistra a destra: Alessandro Dondi, Giorgio Rotunno, Stefano Piasentin, Marco Di Crescenzo e Marco Salvini

Insieme al materiale video/fotografico ha trovato spazio anche la più rigorosa scienza meteorologica, con Giorgio Rotunno (Facebook, Lazio-Temporali), studente di meteorologia all'università di Napoli, che ha presentato diversi casi studio sugli eventi meteorologici estremi che hanno colpito il Lazio.

Nei sette giorni della mostra abbiamo ricevuto oltre duecento visite, che considerando il meteo poco amichevole si sono rivelate un buon risultato, se non dal punto di vista quantitativo sicuramente da quello qualitativo: abbiamo avuto modo di incontrare molte persone interessanti, ma che soprattutto hanno mostrato un notevole interesse per quanto esposto. Un ringraziamento va all'ente parco che anche quest'anno ci ha concesso l'utilizzo di uno spazio per la mostra, e a tutti quanti abbiano trovato tempo e modo per fare una visita e darci una mano.

Vi lascio con una galleria contenente le fotografie che ho esposto: si tratta di stampe su carta Fujifilm silk 30 x 45 cm le orizzontali e 30 x 23 cm le verticali, tutte montate su Forex 0.5 cm. In queste fotografie ho cercato di dare risalto, oltre che ad una precisa linea estetica, anche alle variazioni ed ai contrasti, in parte legati alla forte penetrazione antropica, ma anche al naturale sviluppo geomorfologico o delle successioni ecologiche.

Se avete delle idee su come migliorare la mostra o qualche richiesta fotografica, non esitate a contattarmi, anche lasciando un commento qui sotto, sarò più che felice di rispondervi. Come sempre vi invito a seguirmi sui miei canali social, nell'ordine Instagram e Facebook. Vi saluto e ci sentiamo presto.

61 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti